$1080
Prossimo tour

Circuito di 10 giorni in Armenia ed Artsakh

Prezzo del circuito: 0 USD Durata del circuito: 10 Giorni Tipo di circuito: Armenia e Artsakh
Giorno 1

Accoglienza in aeroporto di Zvartnots. Arrivo e sistemazione in hotel. Dopo un breve riposo, inizieremo il giro della città. La visita di Tsitsernakaberd, memoriale del Genocidio armeno, di Matenadaran che ha una delle più grandi collezioni di manoscritti e libri medievali del mondo. La sera, passeggiata alla bellissima Piazza della Reppublica, vedremo lo spettacolo di fontane. Ritorno in hotel, riposo.

  • Yerevan
  • Piazza della Repubblica
  • Matenadaran
Giorno 2

Partenza per la capitale spirituale degli Armeni, Echmiadzin. Sulla strada, la visita di Zvartnots, un monumento di architettura medievale armena. Nel 1989, è stato incluso nella lista del Patrimonio Culturale Mondiale dell’UNESCO. La Madre Cattedrale di Echmiadzin è costruita agli inizi del IV secolo, subito dopo l'adozione del cristianesimo come religione di stato in Armenia, sul posto di un tempio pagano. La chiesa di Santa Gayanè, che risale al 630, è costruita sul posto di una cappella, sulla tomba della vergine Gayanè. Sotto l'altare  maggiore si trova la pietra tombale della santa. La chiesa di Santa Hripsimè risale al 618, costruita dal catholicos Komitas A. di Arts, sul luogo del martirio e sulla tomba della vergine Hripsimè. La chiesa è uno dei capolavori dell'architettura armena. Visita del Memoriale di Sardarapat e del museo etnografico. Ritorno a Yerevan. Passeggiata serale.

  • La cattedrale di Echmiadzin
  • La chiesa di Santa Gayanè
  • La chiesa di Santa Hripsimè
  • Zvartnots
  • Zvartnots
Giorno 3

Partenza per Garni. Secondo un manoscritto del XIV secolo, il sito di  Garni è stato fondato nel 2166 av.J.C. La fortezza risale, probabilmente, al II secolo av. J.C. Proseguimento per Geghard. Il monastero fu fondato agli inizi del IV secolo, negli anni successivi all'adozione del cristianesimo in Armenia come religione di Stato. La chiesa Katoghikè risale al 1215, costruita nell’epoca Zakaride. Ritorno a Yerevan, la visita della fabbrica di cognac dove ne potremo gustare diversi tipi.

  • Garni
  • Garni
  • Geghard
  • Geghard
  • Fabbrica di cognac
Giorno 4

La visita di Khor Virap ha la sua particolarità. Secondo la tradizione, il re Tiridate 3 ha gettato Gregorio l'Illuminatore nella fossa invasa da serpenti e insetti, in cui Gregorio ha trascorso quasi 14 anni. Nel V secolo, un monastero è stato fondato sulla fossa. Da qui, una vista eccellente  si apre sul monte biblico Ararat. Si possono trascorrere ore guardandolo, ma dobbiamo proseguire. Visita di Noravank. All’inizio del XIII secolo, questo monastero era il centro ecclesiastico della regione della Siounia, dove si trovava  il mausoleo del casato degli Orbelian. Qui, nella prima metà del XIV secolo, operava il famoso miniaturista, scultore ed architetto Momik.
La strada per Tatev è percorsa da curve,  di un  lato delle quali scendono gole profonde, e dall'altro lato sono fiancheggiate da alte montagne. Lungo la strada, sosta ad una delle meraviglie della natura dell'Armenia, il Ponte del Diavolo. Questo monastero, costruito sulla  punta  della scogliera, lascia un’impressione indimenticabile sulle persone. Il monastero è stato fondato nel IV secolo, la chiesa principale risale al 906.
Pernottamento a Goris.

  • Khor Virap
  • Khor Virap
  • Noravank
  • Noravank
  • Tatev
  • Tatev
Giorno 5

La mattina,  partenza per uno dei luoghi più affascinanti di Artsakh, Shushi. Una delle curiosità principali della città è la sua fortezza. Le pareti della cittadella sono quasi interamente conservate. La struttura architettonica più dominante della città è la chiesa di Santo Salvatore, che viene anche chiamata Ghazanchetsots. Costruita nel 1868-1887, ospita oggi la sede della diocesi di Artsakh.  Prossima sosta- Stepanakert. All'ingresso siamo accolti dal simbolo di Artsakh "Siamo le nostre montagne”. Visita del museo storico e geologico, dove sono conservati i campioni molto antichi ed unici, museo dei combattenti defunti, il Pantheon. Pernottamento a Stepanakert.

 

  • Shushi
  • fortezza di Sushi
  • Artsakh
  • Stepanakert
  • Stepanakert
Giorno 6

Partenza per Tigranakert. La città è fondata nel I secolo av. J.C. dal re armeno Tigran il Grande. Proseguimento per Amaras. Secondo gli storici armeni, la chiesa del monastero di Amaras è stata costruita da Gregorio l'Illuminatore agli inizi del IV secolo.  Nel V secolo, Mesrop Mashtots ha aperto qui una delle prime scuole armene. Ritorno a Stepanakert.

  • Amaras
  • Tigranakert
  • Tigranakert
  • Stepanakert
  • Stepanakert
Giorno 7

La mattina, partenza per Dadivank, uno dei più antichi complessi monastici di Artsakh. Secondo la tradizione, Dadivank è stato fondato nel I° secolo sul sepolcro di San Dadi, da cui prende il nome. Prossima sosta- Gandzasar, centro spirituale e culturale di Artsakh. Gandzasar prende il nome dalla collina vicino al villaggio di Vank, dove ci sono giacimenti di argento ed altri metalli.
Proseguiamo per il bellissimo Sevan, uno dei luoghi più belli dell’Armenia. In strada, vedremo i khatchkar di Noratus, molti dei quali risalgono ai secoli IX-XVII. Visita di Ayrivank sulle sponde del lago, costruito nei secoli IX - XII. Pernottamento a Sevan.

  • Dadivank
  • Gandzasar
  • il cimitero di Noratus
  • Sevan
  • Sevan
Giorno 8

Partenza per Dilijan. Le montagne circostanti rendono più bello il suo panorama, che  ridanno più fascino ed eleganza alla città. Visite dei monasteri di Haghartsin, X secolo, e di Goshavank, fondato da Mkhitar Gosh. Qui, si trova il khatchkar ricamato, capolavoro dell’arte dei khatchkar.
La visita del monastero di Haghpat sarà molto interessante. Il nome Haghpat si traduce come  "un muro solido".
Il monastero è  stato fondato nel 976, durante il regno di Ashot Bagratuni. Qui, Sayat-Nova ha trascorso diversi anni come sacerdote. Non lontano da Haghpat si trova Sanahin. E' fondato dal re Ashot III il Misericordioso nel 966. Pernottamento a Vanadzor.

  • Haghartsin
  • Goshavank
  • Dilijan
  • monastero di Haghpat
  • Sanahin
Giorno 9

Partenza per Gyumri. Gyumri ha un ricco patrimonio culturale, città famosa per le sue tradizioni e umorismo, da dove sono originari le celebrità come Mher Mkrtchyan, Hovhanes Shiraz, Isahakyan ed altri. Visita del monastero di Marmashen, che era  un importante centro religioso e culturale. Si tratta di uno dei più importanti complessi monastici spirituali e architettonici armeni. Pernottamento a Gyumri.

  • Gyumri
  • Gyumri
  • Gyumri
  • monastero di Marmashen
  • Gyumri
Giorno 10

Partenza per l’aeroporto di Zvartnots. Volo.

Ulteriori informazioni

Vi saremo grati se condividete quasto articolo:
Condividi suTwitter Condividi su Facebook Condividi su Vkontakte
Iscriviti alla newsletter:
Anitour vi invita a:
Trovaci su Twitter Trovaci su Facebook Trovaci su Vkontakte Trovaci su Youtube Flickr Blog Rss


Tour to Western Armenia
Tour to Western Armenia
Tour to Western Armenia
Il sito è progettato da: www.galsit.com
Inizio pagina