$1080
Prossimo tour

Circuito di 3 giorni in Artsakh

Prezzo del circuito: 0 USD Durata del circuito: 3 Giorni Tipo di circuito: Armenia e Artsakh
Giorno 1

Al mattino presto, partenza per Stepanakert. In strada, sosta al pittoresco Sevan, uno dei luoghi più belli del mondo.
Per le sue dimensioni, è il secondo lago del mondo d'acqua dolce di altitudine. Tra i monumenti storici esistenti sulle sponde del lago, visiteremo il monastero di Ayrivank, costruito nei secoli IX - XII. Visiteremo anche il cimitero di Noratus con i suoi  numerosi khatchkar. Sono conservate le antiche cappelle ed i khatchkar del periodo paleocristiano. Ma i khatchkar dei  secoli XIII - XVII sono più numerosi. Proseguimento per Karvatchar. Visiteremo Dadivank, uno dei più antichi complessi monastici di Artsakh. Le costruzioni  mantenute fino ad oggi risalgono ai secoli XII – XIII. La tappa successiva è  Gandzasar, centro spirituale e culturale di Artsakh. Gandzasar prende il nome dalla collina vicino al villaggio di Vank, dove ci sono giacimenti di argento e di altri metalli. Arrivo a Stepanakert, sistemazione in hotel.
Pernottamento presso l'hotel "Evropa" 5*.

  • Sevan
  • Sevan
  • il cimitero di Noratus
  • Dadivank
  • Gandzasar
Giorno 2

Partenza per Tigranakert, città fondata nel I secolo av. J.C. dal re armeno Tigran il Grande. Proseguimento per Amaras. Secondo gli storici armeni, la chiesa del monastero di Amaras è stata costruita da Gregorio l'Illuminatore agli inizi del IV secolo.  Nel V secolo, Mesrop Mashtots ha aperto qui una delle prime scuole armene. Ritorno a Stepanakert.
Pernottamento presso l’hotel "Evropa" 5 *.

  • Artsakh
  • Tigranakert
  • Amaras
  • Stepanakert
  • Stepanakert
Giorno 3

La mattina, partenza per uno dei luoghi più affascinanti, Shushi. Una delle curiosità principali della città è la sua fortezza. Le pareti della cittadella sono quasi interamente conservate. La struttura architettonica più dominante della città, che ha 40 metri di altezza, è la chiesa di Santo Salvatore, che viene anche chiamata Ghazanchetsots . Partenza per Tatev. Lungo la strada, sosta ad una delle meraviglie della natura dell'Armenia, il Ponte del Diavolo. La strada per Tatev è percorsa da curve,  di un  lato delle quali scendono gole profonde, e dall'altro lato sono fiancheggiate da alte montagne. Questo monastero, costruito sulla  punta  della scogliera, lascia un’impressione indimenticabile sulle persone. Chi lo desidera può prendere la funivia più lunga del mondo "Le ali di Tatev". La tappa successiva è Noravank. All’inizio del XIII secolo, questo monastero era il centro ecclesiastico della regione della Siounia, dove si trovava  il mausoleo del casato degli Orbelian. Qui, nella prima metà del XIV secolo, operava il famoso miniaturista, scultore e architetto Momik.
La visita di Khor Virap ha la sua particolarità. Secondo la tradizione, il re Tiridate 3 ha gettato Gregorio l'Illuminatore nella fossa invasa da serpenti ed insetti, in cui Gregorio ha trascorso quasi 14 anni. Nel V secolo, un monastero è stato fondato sulla fossa. Da qui, una vista eccellente  si apre sul monte biblico di Ararat. Si possono trascorrere ore guardandolo, ma dobbiamo tornare a Yerevan.

Fine del circuito

  • Shushi
  • fortezza di Sushi
  • Tatev
  • Noravank
  • Khor Virap

Ulteriori informazioni

Vi saremo grati se condividete quasto articolo:
Condividi suTwitter Condividi su Facebook Condividi su Vkontakte
Iscriviti alla newsletter:
Anitour vi invita a:
Trovaci su Twitter Trovaci su Facebook Trovaci su Vkontakte Trovaci su Youtube Flickr Blog Rss


Tour to Western Armenia
Tour to Western Armenia
Tour to Western Armenia
Il sito è progettato da: www.galsit.com
Inizio pagina